Sabato 6 giugno ritorna con la seconda edizione la Torino Mini Maker Faire, la grande festa dell’innovazione “dal basso” organizzata da Toolbox Coworking, Officine Arduino e FabLab Torino.

A partire dalle ore 10, e fino a tarda serata, via Egeo si animerà con un ricco programma di eventi completamente gratuiti: workshop, laboratori, talk, e una grande area espositiva in cui i makers presenteranno le loro creazioni ad appassionati e curiosi di tutte le età. Ci sarà anche uno spazio dedicato ai più piccoli, con workshop e attività per avvicinarli e orientarli a un rapporto più consapevole nei confronti della tecnologia.

Quest’anno sono due i focus principali al centro del programma: l’innovazione tecnologica e l’innovazione per la cultura. L’aspetto divulgativo, inteso in senso “orizzontale”, avrà come sempre un ruolo centrale, per insegnare a sviluppare un atteggiamento creativo e attivo nei confronti della tecnologia che è proprio dei makers.

In occasione della Torino Mini Maker Faire sarà inoltre inaugurata Casa Jasmina, il primo appartamento intelligente connesso e “open source” ideato e promosso da Arduino, curato da Massimo Banzi e dallo scrittore Bruce Sterling e nato e cresciuto anche grazie al contributo di FaciliTo Giovani e Torino Social Innovation. La casa connessa, luogo/laboratorio per immaginare l’abitazione del futuro grazie alle sperimentazioni e al confronto tra makers, designers e produttori di elettrodomestici nasce negli spazi di Toolbox Coworking, che già ospita Fablab Torino e Officine Arduino. L’appartamento sarà aperto al pubblico dalle 10 alle 19, con visite guidate a partire dalle 11.30.  Oltre ai primi arredi, selezionati tra aziende italiane e designer internazionali, sarà possibile visitare una piccola mostra di oggetti connessi che popolerà la casa.

Il programma completo di tutti gli eventi della Mini Maker Faire è disponibile sul sito www.makerfairetorino.com